tellmegen logo

RISOLVI I TUOI DUBBI

RESOLVE YOUR DOUBTS

Posso fare il test genetico ad un bambino (o un bebè)?

Sì, certo che si può. IDi fatti, i bambini rappresentano il gruppo di età che può beneficiare maggiormente del test. Per via della loro età, sono quelli che hanno più possibilità di modificare i loro fattori ambientali e le loro abitudini di vita, potendo intervenire più efficacemente su quegli ‘item’ evidenziati nei loro risultati.

Per i bambini da 0 a 3 anni, tellmeGen raccomanda di richiedere il kit genetico per bambini al momento dell’acquisto. È adatto per chi ha difficoltà a sputare, include uno strumento speciale per raccogliere la saliva dalla loro bocca in modo semplice (e assolutamente indolore). Se il

vostro bambino è in grado di sputare (se lo fa senza problemi dopo essersi lavato i denti, per esempio), il kit per adulti è raccomandato.

Ricorda che per testare un minore (0-18 anni), è necessario il consenso dei genitori (vedi la sezione seguente).

– MOLTO IMPORTANTE (consenso dei genitori) –

Nei casi in cui i servizi di tellmeGen debbano essere utilizzati su minori, sarà necessario che la persona che contratta il servizio sia uno dei loro genitori o, eventualmente, la persona che esercita la patria potestà su di loro. In assenza dei genitori, solo il titolare della tutela può stipulare contratti con tellmeGen. Nessun altro può contrattare per conto del minore. Per quanto riguarda i documenti da fornire per accreditare la rappresentanza del minore e, di conseguenza, per poter contrattare, sono indicati negli ultimi due paragrafi della sezione 3.1 delle Condizioni Legali:

  • Se uno dei due genitori stipula un contratto: Affinché i servizi di tellmeGen possano essere forniti ai minori, chi detiene la patria potestà deve dimostrarlo inviando a tellmeGen una copia scannerizzata del proprio documento d’identità (carta d’identità o passaporto), della carta d’identità o passaporto del minore (solo se il minore ne ha già uno) e lo stato di famiglia. In mancanza della carta d’identità e/o dello stato di famiglia, sarà fornita una copia scannerizzata di qualsiasi documento ufficiale che accrediti la relazione legale.
  • Se il tutore legale stipula il contratto: Inviando telematicamente una copia scannerizzata della sentenza o della risoluzione giudiziaria contenente la designazione, insieme al suo documento di identità e a quello del minore (se ne ha già uno). In assenza di una carta d’identità, sarà fornita una copia scannerizzata del passaporto o di un documento d’identità equivalente (sia del tutore che del minore, se ne ha uno).