Fentanyl (Efficacia)

Il fentanil è un farmaco oppioide utilizzato in medicina per la sua azione analgesica e anestetica. La presenza dell'allele CYP3A4*1G del citocromo CYP3A4 può influenzare la concentrazione plasmatica del farmaco e comprometterne l'efficacia.

Il fentanil è un potente analgesico oppioide di derivazione fenilpiperidica che interagisce prevalentemente con il recettore μ-opioide. I suoi principali effetti terapeutici sono l'analgesia e la sedazione.

Il fentanil è 60-100 volte più potente della morfina. È più solubile nei lipidi, il che spiega il suo effetto rapido (1-3 minuti) e la sua breve durata dovuta alla rapida ridistribuzione. Tuttavia, in caso di somministrazione prolungata, può accumularsi nel tessuto adiposo, modificando così il suo profilo farmacocinetico in un oppioide con un'emivita più lunga della morfina. Viene metabolizzato nel fegato, quindi può accumularsi nei pazienti con disfunzioni epatiche. Nessun metabolita attivo. Non rilascia istamina, garantendo una maggiore stabilità emodinamica rispetto alla morfina.

Sia la minore concentrazione efficace di fentanil che la concentrazione che produce reazioni avverse aumentano con lo sviluppo di una crescente tolleranza. La tendenza a sviluppare tolleranza varia notevolmente tra gli individui.

CONTROINDICAZIONI


Il fentanil è controindicato nei pazienti con intolleranza nota al farmaco o ad altri morfinomimetici, trauma cranico, aumento della pressione intracranica e/o coma.

PRECAUZIONI


Come con altri oppioidi forti:

  • La depressione respiratoria è correlata alla dose e può essere invertita con la somministrazione di un antagonista narcotico (naloxone), ma possono essere necessarie dosi aggiuntive di questo antagonista poiché la depressione respiratoria può avere una durata d'azione più lunga rispetto ad altri antagonisti oppioidi.
  • Può verificarsi rigidità muscolare, compresa la rigidità dei muscoli toracici, che può essere evitata se si adottano le seguenti misure: iniezione endovenosa lenta (di solito sufficiente per basse dosi), premedicazione con una benzodiazepina e somministrazione di rilassanti muscolari.
  • Possono verificarsi movimenti mioclonici non epilettici.
  • Gli oppioidi possono causare ipotensione, soprattutto nei pazienti con ipovolemia. È necessario adottare misure adeguate per mantenere stabile la pressione sanguigna.
  • I pazienti in trattamento prolungato con oppioidi o con una storia di abuso di oppioidi possono richiedere dosi più elevate.

EFFETTI COLLATERALI


La reazione avversa più grave al fentanil è la depressione respiratoria.

Altri effetti collaterali includono:

  • Disturbi psichiatrici: sonnolenza, sedazione, nervosismo, perdita di appetito, depressione.
  • Disturbi cardiaci: rari: tachicardia, bradicardia.
  • Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche: rare: dispnea, ipoventilazione.
  • Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo: sudorazione, prurito.
  • Disturbi generali e alterazioni nel sito di somministrazione: reazioni cutanee nel sito di applicazione.
  • Effetti indesiderati della somministrazione sul sistema nervoso: comprendono depressione respiratoria ritardata, nausea/vomito, prurito, ritenzione urinaria.
  • Le seguenti reazioni avverse possono essere osservate dopo la somministrazione di fentanil con un neurolettico come il droperidolo: tremore, nervosismo, esperienze allucinatorie post-operatorie e sintomi extrapiramidali.

INTERAZIONI FARMACO-FARMACO


L'uso concomitante di derivati dell'acido barbiturico deve essere evitato, poiché l'effetto depressivo respiratorio del fentanil può essere aumentato.

L'uso concomitante di altri depressori del SNC può produrre effetti depressivi additivi e possono verificarsi ipoventilazione, ipotensione e anche sedazione profonda o coma. I depressori del SNC sopra citati includono: oppioidi, antipsicotici, ipnotici, anestetici generali, rilassanti della muscolatura scheletrica, antistaminici sedativi e bevande alcoliche.

Il fentanil, un principio attivo ad alta concentrazione, è rapidamente ed estensivamente metabolizzato principalmente dal CYP3A4, pertanto la prescrizione concomitante di fentanil con altri farmaci inibitori/induttori del CYP3A4 non è raccomandata.

Di solito si raccomanda di sospendere gli inibitori delle monoamino ossidasi (MAO) due settimane prima di qualsiasi intervento chirurgico.

NOME COMMERCIALE


  • Fentanil ®

Geni analizzati

CYP3A4

Bibliografia

Barratt DT, Bandak B, Klepstad P, et al . Determinanti genetici, patologici e fisiologici della farmacocinetica del fentanil transdermico in 620 pazienti oncologici dello studio EPOS. Pharmacogenet Genomics. 2014 Apr;24(4):185-94.

Ren ZY, Xu XQ, Bao YP, et al . L'impatto della variazione genetica sulla sensibilità agli analgesici oppioidi nei pazienti con dolore post-operatorio: una revisione sistematica e una meta-analisi. Pain Physician. 2015 Mar-Apr;18(2):131-52.

Saiz-Rodríguez M, Ochoa D, Herrador C, et al.Polimorfismi associati alla farmacocinetica, alla farmacodinamica e agli effetti avversi del fentanil. Basic Clin Pharmacol Toxicol. 2019 Mar;124(3):321-329.

Tanaka N, Naito T, Yagi T, et al.Impatto del CYP3A5*3 sull'esposizione plasmatica e sull'escrezione urinaria di fentanil e norfentanil nel primo periodo post-chirurgico. Ther Drug Monit. 2014 Jun;36(3):345-52.

Non avete ancora fatto un test del DNA?

Fate il vostro test genetico e scoprite tutto di te.

starter
Test DNA Starter

Antenati, Tratti e Wellness

Acquista
starter
Test DNA Advanced

Salute, Antenati, Tratti e Wellness

Acquista
Mese del Padre Solo fino al 20 giugno sui nostri test del DNA. Usa il nostro codice DAD15
Acquista