Test DNA antenati

Scopri tutto sulla tua ascendenza! Su tellmeGen abbiamo un'ampia sezione dedicata all'ascendenza, dove è possibile scoprire l'aplogruppo paterno, l'aplogruppo materno, la percentuale di DNA di Neanderthal nel proprio materiale genetico e persino la distribuzione della propria ascendenza in diverse popolazioni ed etnie, con un elevato grado di precisione.

default image

La nostra origine come specie risale al continente africano 200.000 anni fa. Da allora, gli esseri umani hanno intrapreso diverse strade per raggiungere l'attuale distribuzione geografica. La somma di tutti questi cambiamenti demografici ha portato alla composizione genetica delle popolazioni odierne, ognuna con le sue caratteristiche particolari.

Tracciare questa traiettoria e conoscere le nostre origini ha sempre suscitato un grande interesse. Fortunatamente, oggi, grazie ai progressi della genetica e ai nuovi miglioramenti incorporati nel test del DNA delle antenati sviluppato da tellmeGen, potrete scoprire in modo più dettagliato chi sono i vostri antenati.

Noi di tellmeGen siamo sempre all'avanguardia della genetica per offrirvi il miglior test del DNA delle antenati con il miglior servizio e la migliore attenzione.

Cosa facciamo nel nostro test del DNA delle origini?

Per determinare la vostra ascendenza, nel nostro test del DNA sulle origini analizziamo le varianti genetiche che compaiono nella regione autosomica del vostro DNA, comunemente note come SNP (single nucleotide polymorphisms). Gli SNP sono un tipo di marcatore genetico molto utile per stabilire la propria ascendenza, poiché ogni popolazione presenta varianti genetiche uniche.

Fase 1: Controllo di qualità del materiale genetico

Una volta acquistato il kit di DNA degli antenati e raccolta la frazione di materiale genetico necessaria per l'analisi, questo viene sottoposto a rigorosi controlli di qualità, mantenendo solo i marcatori genetici che soddisfano i requisiti per l'analisi. Questo ci ha permesso di ridurre le possibili deviazioni nelle nostre stime, generando risultati di elevata precisione.

Fase 2: Analisi de il tuo DNA per scoprire il tuo origini

Successivamente, confrontiamo questa porzione di variazione genetica con un ampio database che comprende migliaia di individui di riferimento appartenenti a 53 gruppi etnici distribuiti in 7 aree geografiche: Europa (27), Africa (6), Asia occidentale (4), Asia meridionale e centrale (6), Asia orientale (6), Oceania (2) e Americhe (2). Inoltre, grazie all'ultimo aggiornamento del test del DNA delle origini etniche, siamo in grado di fornire informazioni più dettagliate sulla vostra ascendenza, poiché abbiamo inserito nel test del DNA delle origini una suddivisione delle popolazioni di riferimento in regioni più specifiche.

Lo sviluppo di queste popolazioni di riferimento è uno dei punti più importanti del nostro processo di stima dell'ascendenza. Popolazioni di riferimento di alta qualità ci permettono di avere una maggiore precisione nel determinare le origini genetiche di ciascuno dei nostri utenti. Per questo, i nostri specialisti in bioinformatica hanno utilizzato le informazioni genetiche di utenti provenienti da diverse aree geografiche che fanno parte del nostro database. Queste informazioni genetiche sono state analizzate utilizzando potenti strumenti bioinformatici e statistici, compresi i relativi controlli di qualità. Grazie a questa metodologia, il nostro algoritmo è in grado di differenziare le popolazioni che compongono la genetica di ciascuno dei nostri utenti con un'elevata precisione, riducendo gli errori derivanti dall'inferenza statistica e rendendo il test del DNA etnico di tellmeGen uno dei più completi e affidabili sul mercato.

Fase 3: Rapporto sulle origini etniche

Come risultato di questo processo, si ottiene un rapporto completo sull'ascendenza con l'assegnazione, espressa in percentuale, della propria composizione genetica unica nei diversi gruppi etnici considerati, organizzati per posizione geografica. Questi valori riflettono, sulla base del vostro DNA, l'origine etnica dei vostri antenati.

Rintracciare e scoprire il tuo aplogruppo materno

Un aplogruppo mitocondriale è un insieme di variazioni trovate nel DNA mitocondriale umano. Gli aplogruppi tracciano e descrivono il percorso fatto dalle nostre antenate materne, dalle origini della specie umana in Africa al suo spostamento nel mondo.

Con il test degli aplogruppi di tellmeGen integrato nel nostro studio genetico completo, puoi scoprire da dove provengono le tue antenate materne e il loro spostamento nel mondo nei diversi periodi della storia.

Prima, immaginare dove vivevano i tuoi antenati e come si muovevano nel mondo centinaia di migliaia di anni fa era fantascienza. Ora, è a portata di mano.

Che viaggio hanno fatto i tuoi antenati da più di 150.000 anni fa fino al periodo moderno? Ora puoi scoprirlo e consultarlo sulla mappa delle migrazioni del tuo aplogruppo materno di tellmeGen.

Condividi un aplogruppo con persone famose? Ci sono molti personaggi storici di cui conosciamo gli aplogruppi materni. Inoltre, molte celebrità contemporanee hanno reso pubblici i risultati dei loro test genetici – scopri se condividi il DNA con loro!

Rintracciare e scoprire il tuo aplogruppo paterno

Con il test degli aplogruppi tellmeGen integrato nel nostro studio genetico completo, puoi scoprire da dove provengono i tuoi antenati paterni e la loro dispersione sul pianeta in diversi periodi della storia umana.

Il più antico aplogruppo paterno presente nell'attuale popolazione umana discende direttamente dall'Adamo cromosomico, maschio africano e omologo dell'Eva mitocondriale.

Come hanno fatto i tuoi antenati maschi a passare da più di 250 000 anni fa al periodo moderno? Ora puoi scoprire e consultare la mappa di migrazione del tuo lignaggio o aplogruppo paterno nel test del DNA tellmeGen.

Condividi un aplogruppo con personaggi storici o celebrità contemporanee? Scoprilo anche nella tua area privata!

133 Variazioni

23% > Media della popolazione

Scopri la tua percentuale di DNA di Neanderthal

Sapevate che gli umani di oggi condividono fino al 4% del nostro DNA con la specie Neanderthal?

I Neanderthal emersero circa 230.000 anni fa in Europa, nel Vicino Oriente, nel Medio Oriente e nell'Asia centrale.

Questa specie, contemporanea all'Homo sapiens, era caratterizzata da una corporatura tozza, con un peso di circa 70 kg. Possedevano arti corti, un bacino largo e una robustezza scheletrica che indicava un corpo molto muscoloso.

Anche se la loro dieta è stata a lungo considerata a base di carne, studi più recenti mostrano che era molto varia e adattata al loro ambiente.

I Neanderthal conoscevano anche il fuoco, usandolo per cucinare e per fare medicine rudimentali.

L'estinzione dei Neanderthal risale a 28.000 anni fa. La maggior parte degli studi suggerisce che l'espansione della nostra specie, l'Homo sapiens, dall'Africa è stata la causa principale della scomparsa del Neanderthal, nonostante l'incrocio tra i due.

Volete saperne di più? Scoprite la vostra parentela con questa specie grazie al test del DNA di Neanderthal!

Popolazioni di riferimento nel nostro test del DNA di provenienza genetica

Per rendere il nostro test del DNA di provenienza genetica uno dei più completi sul mercato, il database di tellmeGen comprende migliaia di individui appartenenti a 53 gruppi etnici distribuiti in 7 aree geografiche: Europa (27), Africa (6), Asia occidentale (4), Asia meridionale e centrale (6), Asia orientale (6), Oceania (2) e Americhe (2).

Europa

Italia

L'Italia si trova nell'Europa meridionale, al centro del Mar Mediterraneo. Si stima che la popolazione sia di circa 60 milioni di persone. Per secoli questo Paese è stato un'area di insediamento di diverse popolazioni, tra cui spiccano i Celti nel nord e i Greci nel sud del territorio. Questo insediamento diseguale dei primi coloni è stato la causa dell'attuale differenziazione genetica degli italiani in tutta la penisola. Gli italiani del sud sono geneticamente simili ai greci, mentre gli italiani del nord sono più vicini agli spagnoli e ai francesi del sud.

Ebreo ashkenazita

La popolazione ebraica ashkenazita è oggi un gruppo di circa 10 milioni di persone. La loro origine risale a circa 2.000 anni fa, quando i loro antenati si spostarono dall'Asia occidentale all'Europa centrale. La loro storia è segnata dalle persecuzioni, dai genocidi e dall'Olocausto che hanno avuto luogo durante la Seconda Guerra Mondiale. Questo evento storico ha provocato l'emigrazione degli ebrei in tutto il mondo. Oggi, i gruppi più rappresentativi di ashkenaziti sono distribuiti tra gli Stati Uniti, Israele e l'ex Unione Sovietica. All'interno di questa comunità, i matrimoni consanguinei sono una pratica comune, che la rende una popolazione molto caratteristica e geneticamente omogenea.

Sardegna

La Sardegna è un'isola al centro del Mar Mediterraneo, che confina a nord con la Corsica, a est con il continente italiano, a sud con la Tunisia e a ovest con le Isole Baleari. L'isola conta circa 1,5 milioni di abitanti e la sua storia è molto antica e ricca. I primi insediamenti sul territorio sono avvenuti più di 10.000 anni fa e provenivano dalla penisola italiana, dalla penisola iberica e dall'Africa. Da allora, i sardi non hanno subito grandi migrazioni. Questo fatto, insieme alla situazione geografica del territorio, ha reso la genetica della Sardegna molto caratteristica e diversa da quella delle altre popolazioni del suo ambiente geografico.

America

Nativi americani (Nord)

Nella parte settentrionale del continente americano si trova la popolazione dei nativi Pima. Si tratta di un gruppo etnico che attualmente conta poche centinaia di persone di pura genetica Pima. La prima regione abitata dai Pima fu il Canada occidentale e da lì si espansero fino a occupare gran parte del continente. Dal punto di vista genetico, è stato accertato che i Pima discendono dai primi abitanti delle Americhe, provenienti dall'Asia orientale.

Nativi americani (Centro e Sud)

Le popolazioni indigene dell'America meridionale e centrale, chiamate anche nativi americani o indiani d'America, sono gli abitanti originari di quest'area geografica. La loro origine non è del tutto chiara, anche se si ritiene che discendano da gruppi di cacciatori che migrarono in America attraverso lo stretto di Bering durante l'ultima glaciazione di Würm. Questa categoria comprende i gruppi etnici Maya, Mixtec, Zapotec e Mixe (Messico), Quechua (Perù e Bolivia), Karitiana e Surui (Brasile), Chané (Argentina), Piapoco (Colombia e Venezuela) e gli indigeni messicani e peruviani. Data l'origine di questi gruppi etnici, è comune trovare un'alta percentuale della loro genetica negli attuali abitanti del Sud America.

Oceania

Papua Nuova Guinea

Il popolo papuano è il gruppo etnico nativo della Papua Nuova Guinea, in Oceania. Il Paese di Papua Nuova Guinea comprende la metà orientale dell'isola di Nuova Guinea e numerose isole circostanti. La Papua Nuova Guinea è stata popolata fin dall'antichità: i più antichi resti archeologici rinvenuti nella zona risalgono a 60.000 anni fa. Dal punto di vista genetico, si sa molto poco di questi primi coloni, anche se si pensa che possano provenire dal sud-est asiatico.

Melanesia

I melanesiani sono gli abitanti indigeni della Melanesia, una regione dell'Oceania che si estende nella parte occidentale della Nuova Guinea. Studi scientifici indicano che i primi coloni della regione sono arrivati durante la migrazione degli africani verso il continente asiatico. In seguito, nel territorio si sono verificate diverse ondate di insediamento di popolazioni austronesiane, che hanno dato origine a numerose e complesse mescolanze genetiche.

Africa

Maghrebino

Il Maghreb è una regione situata in Nord Africa i cui geni sono rappresentati principalmente nei Paesi di Algeria, Libia, Mauritania, Marocco, Sahara occidentale e Tunisia. Ha una popolazione di oltre 100 milioni di abitanti. I primi coloni del Maghreb furono gli Imazighen, meglio conosciuti come Berberi. Da allora, il Maghreb ha ricevuto diverse ondate migratorie, come l'arrivo degli Andalusi, l'Impero Ottomano e la colonizzazione francese. Per questo motivo, la popolazione magrebina condivide gran parte della sua genetica con alcuni Paesi dell'Europa meridionale.

Africa occidentale (Gambia e Senegal)

Con una popolazione di circa 20 milioni di abitanti, il Gambia e il Senegal sono i due Paesi dell'Africa occidentale più occidentali del continente. La genetica del Gambia e del Senegal è stata fortemente segnata da episodi storici di mobilità umana e commerciale, essendo l'epicentro della schiavitù africana tra il XVI e il XVIII secolo. Oggi è una regione in cui si sono insediati diversi gruppi etnici, di cui i Mandinga sono i più rappresentativi: più del 30% degli abitanti del Gambia e del Senegal appartengono a questo gruppo.

Africa occidentale (Sierra Leone e Liberia)

Con un totale di 8 milioni di abitanti, Sierra Leone e Liberia si trovano in Africa occidentale. Le origini dei due Paesi sono strettamente legate, risalendo alla lotta del XVIII secolo contro la schiavitù su entrambe le sponde dell'Atlantico. Oggi numerose popolazioni si sono insediate in tutto il Paese, anche se i Mende sono il gruppo etnico più caratteristico e rappresentano il 30% della popolazione totale.

Africa occidentale (Nigeria e Ghana)

In Africa occidentale, con circa 230 milioni di abitanti, si trovano la Nigeria e il Ghana. La storia di questa regione africana è stata segnata da continue spedizioni europee verso la Gold Coast, un fatto che si riflette nella sua genetica. Come risultato di questa diversità genetica, nella regione sono stati identificati più di 250 gruppi etnici, i più importanti dei quali sono gli Esan e gli Yoruba.

Africa orientale (Kenya e Uganda)

Con una popolazione di circa 47 milioni di abitanti, Kenya e Uganda sono i due Paesi africani situati nella parte più orientale del continente. Diversi gruppi etnici si sono insediati in questa regione nel corso dei secoli, e le popolazioni Luhya e Luo sono le più rappresentative. Questi gruppi si stabilirono inizialmente nell'Uganda orientale e occidentale, ma nella seconda metà del XV secolo migrarono verso il Kenya occidentale. Per questo motivo, le due regioni condividono un elevato grado di somiglianza genetica.

Cacciatore-raccoglitore pigmeo e san

Il termine pigmeo è usato per indicare gli individui che vivono in Africa centrale, soprattutto nelle foreste pluviali dell'Africa equatoriale. Insieme ai Boscimani o San, sono considerati i più antichi abitanti dell'Africa. L'elevata consanguineità di queste tribù, insieme al loro isolamento nelle foreste, ha conferito loro una genetica molto particolare rispetto al resto delle popolazioni africane. Come curiosità, e come risultato di tale caratteristica genetica, vale la pena di menzionare la bassa statura e la breve aspettativa di vita (tra i 15-24 anni) degli individui che compongono queste tribù.

Asia centrale e meridionale

Asia centrale

L'Asia centrale è un territorio con un gran numero di gruppi etnici, distribuiti principalmente in cinque Paesi: Kazakistan, Kirghizistan, Tagikistan, Turkmenistan e Uzbekistan. Le origini di questa popolazione possono essere fatte risalire alle espansioni indo-iraniane e turche avvenute secoli fa. Di conseguenza, gli odierni asiatici centrali condividono un elevato grado di somiglianza genetica con i popoli dell'Asia occidentale.

Pakistan e Afghanistan

Il Pakistan e l'Afghanistan sono situati nell'Asia meridionale e ospitano più di 235 milioni di persone. Grazie alla sua posizione geografica, è una regione che è stata colonizzata da una varietà di popoli. Di conseguenza, oggi sono due Paesi con un alto grado di variabilità genetica, abitati da numerosi gruppi etnici. In Pakistan spiccano le popolazioni Pashtun, Sindhi, Punjabi e Baluchi, mentre in Afghanistan si trovano gruppi come i Pashtun, gli Yajik, gli Hazara, gli Uzbeki e i Baluci.

Gujarati Indiano

Il popolo gujarati è un gruppo etnico di circa 60 milioni di individui. Sono originari dello stato del Gujarat, nella parte nord-occidentale del subcontinente indiano. Data la loro storia complessa, sono un popolo altamente diversificato dal punto di vista genetico. Per diversi secoli, lo Stato del Gujarat è stato un punto d'incontro di importanti flussi migratori, soprattutto tra le coste del Mar Arabico, regione con la quale condivide un certo grado di somiglianza genetica.

Punjabi e Indiano del Nord

Lo stato del Punjab, situato nell'India nord-occidentale, è stato un importante passaggio per tutte le principali invasioni umane del subcontinente indiano. Il risultato è stato il mescolamento di geni estranei con le popolazioni locali, che ha portato a un'ampia gamma di diversità genetiche e ha influenzato la struttura genetica delle popolazioni punjabi. Oggi il gruppo etnico più rappresentativo della regione è quello dei Punjabi, una popolazione fortemente influenzata dalla cultura induista, buddista e islamica.

Bengala, Bangladesh e India del nord

Il Bangladesh e l'India nordorientale godono di una posizione geografica unica, che ha dato forma all'attuale mosaico genetico della regione. Le prime popolazioni a insediarsi nel territorio furono quelle austroasiatiche, tibeto-birmane, dravidiche e indoeuropee. Per questo motivo, gli abitanti del Bangladesh e dell'India nord-orientale hanno marcatori genetici in comune con le popolazioni dell'Asia occidentale.

India del Sud e Sri Lanka

L'India meridionale e lo Sri Lanka sono una regione di oltre 230 milioni di persone, distribuite principalmente negli Stati di Andhra Pradesh, Tamil, Nadu, Karnataka e Kerala, oltre che nell'isola di Sri Lanka. La maggior parte degli abitanti di questa regione appartiene al popolo Telugu, il gruppo etnico maggioritario del territorio. I Telugus, come alcuni altri asiatici del Sud, discendono da un misto di tribù pre-dravidiche, dravidiche e indo-ariane che si sono insediate nel territorio più di 70.000 anni fa.

Asia orientale

Giapponese

I giapponesi sono un gruppo originario dell'arcipelago del Giappone, situato in Asia orientale. Le testimonianze archeologiche più antiche di questa regione provengono da gruppi di cacciatori-raccoglitori e risalgono a più di 39.000 anni fa, quando ancora esisteva un collegamento terrestre tra l'arcipelago e la terraferma asiatica. Dal punto di vista geografico, nel territorio sono presenti diversi gruppi etnici distinti, tra cui gli Yamato, gli Aino e i Ryukyuan. Tuttavia, gli Yamato sono il popolo più numeroso e il termine giapponese in genere si riferisce direttamente a questo gruppo.

Coreano

I coreani sono uno dei gruppi più numerosi dell'Asia orientale. La popolazione è di circa 80 milioni di abitanti, distribuiti sia nel nord che nel sud della Corea. Si pensa che i primi abitanti di questo gruppo discendano dagli antichi popoli della Manciuria, della Mongolia e della Siberia meridionale, che si stabilirono nella Corea del Nord durante l'età del bronzo. Oggi sono una delle popolazioni geneticamente più omogenee al mondo.

Mongolo e cinese del nord

Questo gruppo comprende individui del popolo mongolo e dei gruppi etnici Oroquen, Xibe, Hezher e Daur stanziati nel nord della Cina. I mongoli sono l'etnia maggioritaria di questo gruppo e contano circa 10 milioni di individui, distribuiti nel nord della Cina, in Mongolia e nell'Asia meridionale. Dato il passato storico comune a tutte queste popolazioni, si tratta di gruppi etnici strettamente correlati dal punto di vista genetico.

Cinese Dai e Indocinese

Questa categoria comprende l'etnia cinese Dai e alcune popolazioni della penisola indocinese, in particolare quelle situate in Cambogia, Vietnam, Laos, Birmania, Thailandia e Malesia. Sebbene il gruppo Dai sia molto particolare dal punto di vista genetico, è strettamente imparentato con le popolazioni indocinesi. Di particolare rilievo è la somiglianza genetica con la popolazione vietnamita, originaria del Vietnam e della Cina meridionale, con il popolo khmer, il gruppo etnico predominante in Cambogia, e con la popolazione thailandese, distribuita principalmente in Thailandia. Per questo motivo, tutte le popolazioni citate sono raggruppate insieme.

Cinese Han

Gli Han sono un gruppo etnico originario della Cina. Sono uno dei gruppi etnici più numerosi al mondo, con circa 1,2 miliardi di persone (circa il 18% della popolazione mondiale). Studi scientifici suggeriscono che gli Hans sono discendenti della tribù Huaxia, un antico popolo con cui condividono la maggior parte dei marcatori genetici. Si tratta ora di una popolazione geneticamente molto omogenea.

Eschimese siberiano

La Siberia è una regione che si estende nel nord dell'Asia e costituisce la parte più asiatica della Russia. Ha circa 40 milioni di abitanti, il 10% dei quali sono tribù indigene. Tra i gruppi etnici più rappresentativi del territorio ci sono gli Yakut, che condividono somiglianze genetiche con altri gruppi indigeni che vivono nella regione, come gli Evenk e gli Ulchi. Inoltre, data la posizione geografica di questi popoli, l'evoluzione ha portato alla prevalenza di modifiche genetiche che hanno permesso loro di adattarsi a climi estremi.

Asia occidentale

Beduino

I beduini sono il nome dato alla popolazione araba nomade che abita i deserti del Medio Oriente, della Penisola Arabica e del Nord Africa. Si stima che questo gruppo etnico conti più di 25 milioni di individui, insediati principalmente in Sudan, Algeria, Arabia Saudita e Iraq. Le loro origini risalgono all'Arabia del VII secolo e alla loro rapida espansione in tutta l'Asia occidentale. Oggi i beduini sono un popolo geneticamente eterogeneo. A seconda del luogo in cui sono migrati, si sono formati sottogruppi di nomadi che possono condividere elevate somiglianze genetiche con turchi, curdi o arabi.

Egiziano, levantino e arabo

La penisola arabica e il Mediterraneo orientale si trovano alla confluenza di Africa e Asia e comprendono paesi come Egitto, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Kuwait, Oman, Qatar, Yemen, Siria, Libano e Palestina, tra gli altri. Nel territorio coesistono diversi gruppi etnici: gli egiziani sono il gruppo più numeroso, con oltre 100 milioni di individui, seguiti da beduini, zingari e nubiani, con oltre 1 milione di persone ciascuno. Data la vicinanza geografica di tutte queste regioni, esse condividono un'importante componente genetica, motivo per cui sono considerate nella stessa categoria.

Ebreo ashkenazita

La popolazione ebraica ashkenazita è oggi un gruppo di circa 10 milioni di persone. La loro origine risale a circa 2.000 anni fa, quando i loro antenati si spostarono dall'Asia occidentale all'Europa centrale. La loro storia è segnata dalle persecuzioni, dai genocidi e dall'Olocausto che hanno avuto luogo durante la Seconda Guerra Mondiale. Questo evento storico ha provocato l'emigrazione degli ebrei in tutto il mondo. Oggi, i gruppi più rappresentativi di ashkenaziti sono distribuiti tra gli Stati Uniti, Israele e l'ex Unione Sovietica. All'interno di questa comunità, i matrimoni consanguinei sono una pratica comune, che la rende una popolazione molto caratteristica e geneticamente omogenea.

Turco, caucasico e iraniano

Nell'Asia occidentale si trovano la Turchia, l'Iran e il Caucaso, dove vivono oltre 183 milioni di persone. È una delle regioni con la maggiore diversità etnica del mondo, e tutte condividono una storia genetica comune. L'origine di queste popolazioni è stata segnata dall'insediamento dei mongoli nel XIII secolo, che ha provocato un gran numero di migrazioni verso i territori vicini. Per questo motivo, la genetica di turchi, caucasici e iraniani mostra marcatori genetici comuni alle popolazioni dell'Europa meridionale, soprattutto nel caso degli italiani del sud.

Non avete ancora fatto un test del DNA?

Fate il vostro test genetico e scoprite tutto di te.

starter

Antenati, Tratti e Wellness

advanced

Salute, Antenati, Tratti e Wellness

Fai un regalo dal cuore,

Solo fino al 14 febbraio

-15% sui nostri test del DNA

Usa il nostro codice LOVE15