Ceroide-Lipofuscinosi neuronale di tipo 1 (associata a PPT1)

Le lipofuscinosi ceroidi neuronali sono un gruppo di patologie neurodegenerative che causano una progressiva compromissione intellettiva e motoria. Nella lipofuscinosi ceroide di tipo 1 è affetto il gene PPT1, che produce un enzima lisosomiale responsabile della degradazione di alcune proteine.

Le lipofuscinosi ceroidi neuronali (NCL) o malattia di Batten sono un gruppo di disordini ereditari neurodegenerativi ad accumulo liscio, caratterizzati da progressiva compromissione intellettiva e motoria, convulsioni e morte prematura. La perdita della vista è una caratteristica della maggior parte delle forme. I fenotipi clinici sono tradizionalmente caratterizzati in base all'età di insorgenza e all'ordine di comparsa delle caratteristiche cliniche nell'epilessia infantile, tardo-infantile, giovanile e adulta.

I fenotipi clinici sono tradizionalmente caratterizzati in base all'età di insorgenza e all'ordine di comparsa.

Sono note varianti patogene in tredici geni (PPT1, TPP1, CLN3, CLN5, CLN6, MFSD8, CLN8, CTSD, DNAJC5, CTSF, ATP13A2, GRN, KCTD7) che causano la NCL. La diagnosi di NCL si basa sul dosaggio dell'attività enzimatica e sui test genetici molecolari. In casi insoliti, la diagnosi si basa sulla microscopia elettronica di tessuti biopsiati. La strategia diagnostica dipende dall'età di insorgenza.

I NCL hanno i tassi di incidenza più alti nel Nord Europa e negli Stati Uniti, con 1 caso ogni 12.500 abitanti.

Sintomi

La maggior parte dei pazienti con NCL (eccetto quelli associati al gene CTSD) ha uno sviluppo psicomotorio normale prima della comparsa dei primi sintomi. Le NCL compaiono di solito nell'infanzia e i pazienti hanno un'aspettativa di vita breve, sebbene esistano anche casi di insorgenza tardiva, dopo i 60 anni, con una sintomatologia più lieve e una prognosi migliore.

Nelle NCL sono presenti almeno due dei seguenti sintomi: demenza, epilessia, deficit motorio e perdita della vista. Le altre manifestazioni e la tempistica dipendono dalle mutazioni del paziente in uno dei 13 geni correlati.

Nella forma classica infantile o associata a PPT1, i sintomi compaiono prima dell'età di un anno e progrediscono rapidamente. Le capacità di sviluppo non vengono acquisite o vengono perse gradualmente. In alcuni casi, la malattia compare intorno ai 5 o 6 anni di età e ha una progressione più lenta.

Gestione della malattia

I trattamenti disponibili si concentrano sull'alleviamento dei sintomi. I farmaci anticonvulsivi sono utilizzati per prevenire o trattare le crisi. Anche i disturbi psichiatrici e motori associati possono essere controllati quando si verificano.

Negli ultimi anni sono stati compiuti progressi significativi verso potenziali trattamenti per le NCL, come la terapia genica e la terapia enzimatica sostitutiva. Nonostante questi sforzi, nel 2017 è stato approvato solo un farmaco specifico per NCL2, chiamato Cerliponase alfa (Brineura; Biomarin Pharmaceutical, USA).

Geni analizzati

PPT1

Bibliografia

Bugiani M, Boor I, Powers JM, et al. Leukoencephalopathy with vanishing white matter: a review. J Neuropathol Exp Neurol. 2010 Oct;69(10):987-96.

Das AK, Becerra CH, Yi W, et al.Molecular genetics of palmitoyl-protein thioesterase deficiency in the U.S. J Clin Invest. 1998 Jul 15;102(2):361-70.

Kousi M, Lehesjoki AE, Mole SE. Update of the mutation spectrum and clinical correlations of over 360 mutations in eight genes that underlie the neuronal ceroid lipofuscinoses. Hum Mutat. 2012 Jan;33(1):42-63.

Mole SE, Anderson G, Band HA, et al. Clinical challenges and future therapeutic approaches for neuronal ceroid lipofuscinosis. Lancet Neurol. 2019 Jan;18(1):107-116.

Non avete ancora fatto un test del DNA?

Fate il vostro test genetico e scoprite tutto di te.

starter
Test DNA Starter

Antenati, Tratti e Wellness

Acquista
starter
Test DNA Advanced

Salute, Antenati, Tratti e Wellness

Acquista
Summer Sale Solo fino al 25 luglio sui nostri test del DNA. Usa il nostro codice SUMMER15
Acquista