Leucodistrofia metacromatica

La leucodistrofia metacromatica è una malattia da accumulo lisosomiale che comporta il progressivo deterioramento della mielina che avvolge la maggior parte delle fibre nervose.

La leucodistrofia metacromatica è una malattia neurodegenerativa demielinizzante caratterizzata da un accumulo di lipidi caratteristici che fanno parte del rivestimento mielinico delle fibre nervose, chiamati solfatidi. La patologia è dovuta a un deficit dell'attività dell'enzima arilsolfatasi A, responsabile della degradazione dei solfatidi.

La prevalenza mondiale della leucodistrofia metacromatica è di circa 1 caso ogni 40.000-160.000 persone.

Sintomi

Esistono tre forme della malattia: tardo infantile, giovanile e adulta. La forma tardo-infantile è la più comune e grave, che di solito inizia alla stessa età in cui si impara a camminare, con ipotonia, difficoltà di deambulazione, atrofia ottica e regressione motoria che precedono il deterioramento mentale.

La forma giovanile inizia intorno ai 4-5 anni di età, con arresto dello sviluppo intellettuale, seguito da regressione motoria, crisi epilettiche e atassia. La malattia non progredisce così rapidamente come la forma infantile, tuttavia la prognosi rimane molto grave.

Nella forma adulta, l'esordio è intorno ai 15 anni, anche se spesso non viene diagnosticata fino all'età adulta. I segni clinici sono più lievi e comprendono disturbi motori e psichiatrici, con una progressione lenta.

Gestione della malattia

Non esiste un trattamento specifico per questo disturbo. Il trapianto di midollo osseo o di cellule staminali ematopoietiche può essere utile nei pazienti con la forma tardo-infantile o giovanile, se applicato prima della comparsa dei sintomi, al fine di stabilizzare le loro funzioni neurocognitive. Tuttavia, il potenziale terapeutico di questa procedura rimane discutibile. Attualmente si sta studiando l'uso di vettori virali e la terapia genica cellulare, anche se questi metodi richiedono ulteriori ricerche sulla loro sicurezza ed efficacia.

Per alleviare i sintomi si possono utilizzare trattamenti farmacologici come warfarin, baclofen, simvastatina e prednisolone. Anche l'immunoterapia può essere utilizzata per prevenire la neuroinfiammazione. Tuttavia, l'efficacia di alcuni farmaci è ancora contraddittoria.

Geni analizzati

ARSA

Bibliografia

Barth, M. L., Fensom, A., Harris, A . Prevalence of common mutations in the arylsulphatase A gene in metachromatic leukodystrophy patients diagnosed in Britain. Human genetics. 1993 Mar;91(1):73-7.

Berná, L., Gieselmann, V., Poupetová, H., et al . Novel mutations associated with metachromatic leukodystrophy: phenotype and expression studies in nine Czech and Slovak patients. American journal of medical genetics. Part A. 2004 Sep 1;129A(3):277-81.

Cesani, M., Lorioli, L., Grossi, S., et al . Mutation Update of ARSA and PSAP Genes Causing Metachromatic Leukodystrophy. Human mutation. 2016 Jan;37(1):16-27.

Gort, L., Coll, M. J., Chabás, A . Identification of 12 novel mutations and two new polymorphisms in the arylsulfatase A gene: haplotype and genotype-phenotype correlation studies in Spanish metachromatic leukodystrophy patients. Human mutation. 1999;14(3):240-8.

Kurosawa, K., Ida, H., Eto, Y. Prevalence of arylsulphatase A mutations in 11 Japanese patients with metachromatic leukodystrophy: identification of two novel mutations. Journal of inherited metabolic disease. 1998 Oct;21(7):781-2.

Liaw, H. R., Lee, H. F., Chi, C. S., et al . Late infantile metachromatic leukodystrophy: Clinical manifestations of five Taiwanese patients and Genetic features in Asia. Orphanet journal of rare diseases. 2015 Nov 9;10:144.

Lissens, W., Vervoort, R., Van Regemorter, et al . A D255H substitution in the arylsulphatase A gene of two unrelated Belgian patients with late-infantile metachromatic leukodystrophy. Journal of inherited metabolic disease. 1996;19(6):782-6

Lugowska, A., Berger, J., Tylki-Szymañska, A., et al . High prevalence of I179S mutation in patients with late-onset metachromatic leukodystrophy. Clinical genetics. 2002 May;61(5):389-90.

Luzi, P., Rafi, M. A., Rao, H. Z., et al. Sixteen novel mutations in the arylsulfatase A gene causing metachromatic leukodystrophy. Gene. 2013 Nov 10;530(2):323-8.

Non avete ancora fatto un test del DNA?

Fate il vostro test genetico e scoprite tutto di te.

starter
Test DNA Starter

Antenati, Tratti e Wellness

Acquista
starter
Test DNA Advanced

Salute, Antenati, Tratti e Wellness

Acquista
Summer Sale Solo fino al 25 luglio sui nostri test del DNA. Usa il nostro codice SUMMER15
Acquista