Cosa dice di te il tuo DNA

con solo un campione di saliva e da casa

Acquista

Glaucoma esfoliativo

Il glaucoma fa parte di un gruppo di malattie oculari tradizionalmente caratterizzate da un'alta pressione interna dell'occhio (chiamata anche pressione intraoculare o IOP). Tuttavia, il glaucoma è più precisamente definito come una neuropatia ottica che come una malattia ad alta pressione. Pertanto, comprende un gruppo di malattie che hanno in comune il danno progressivo del nervo ottico e che possono essere provocate da molteplici fattori di rischio.

Tra tutti i fattori di rischio che intervengono nello sviluppo del glaucoma, il principale è l'aumento della pressione intraoculare. La IOP è il risultato dell'equilibrio tra la produzione e l'eliminazione del fluido chiamato umor acqueo che riempie la camera anteriore dell'occhio. L'aumento della pressione intraoculare insieme a molti altri fattori di rischio come la miopia grave (miopia), la razza (afroamericana, nera) e la storia familiare possono causare il glaucoma.

Il glaucoma esfoliativo si produce quando il tessuto oculare sintetizza una proteina anormale che blocca la rete trabecolare. L'esfoliazione del polimero fibrillare anormale lasciato sul cristallino anteriore, sfrega l'iride, generando un materiale biancastro che è sospeso nell'umor acqueo. Quando l'umor acqueo viene drenato, queste particelle si depositano nel reticolo trabecolare. Queste bloccano il flusso dell'umore acqueo causando un aumento della pressione intraoculare (IOP). Nel tempo, l'aumento della IOP produce una lesione del nervo ottico e una perdita progressiva della vista, restringendo il campo visivo (perdita di nitidezza e chiarezza della zona periferica) e, negli stadi avanzati, creando l'effetto “visione a tunnel”

.

C'è una maggiore prevalenza della malattia in alcune aree del mondo; è una patologia che aumenta anche la sua prevalenza con l'età. In Spagna, la presenza di glaucoma pseudoesfoliativo è del 10% nelle persone di età superiore ai 60 anni ed è responsabile del 25% dei casi di glaucoma ad angolo aperto. Il glaucoma esfoliativo causa una maggiore perdita del campo visivo e più difficoltà per il controllo della IOP rispetto al glaucoma primario ad angolo aperto.

Il processo di pseudoesfoliazione di solito inizia verso i 40 anni, ma lo sviluppo della malattia e la comparsa dei sintomi possono richiedere molto tempo. Pertanto, l'identificazione dei fattori di rischio e, tra questi, la predisposizione genetica, è di grande importanza per la diagnosi precoce della malattia e per minimizzare il rischio.

Prevenzione

A tutte le persone sopra i 40 anni si raccomanda di visitare un oftalmologo almeno una volta all'anno per monitorare la pressione intraoculare e per avere un esame dettagliato del nervo ottico. La perdita della vista (alterazione del campo visivo) non può essere recuperata, rendendo la diagnosi precoce molto importante. Una volta diagnosticata e trattata, l'obiettivo principale è quello di conservare la visione che rimane.

È anche importante aggiungere il trattamento medicinale alla routine quotidiana il più presto possibile. Il medico di base e gli specialisti distinti devono essere informati che il paziente ha un glaucoma e di tutte le medicine che sta prendendo, in modo che il trattamento prescritto non interferisca con il trattamento del glaucoma.

Il paziente non deve esitare a chiedere all'oculista come applicare le gocce in modo che il farmaco sia più efficace. Per rendere la vita quotidiana più confortevole, è importante adattarsi alle necessità del paziente, coinvolgendo la famiglia nel trattamento.

Gene o regione studiata

  • LOXL1
Il test del DNA che stavi cercando