Cosa dice di te il tuo DNA

con solo un campione di saliva e da casa

Acquista

Anelli pigmentati sull'iride

L'iride è la parte colorata che circonda la pupilla dell'occhio. Simili a quelli delle impronte digitali, i modelli dell'iride sono molto complessi e identificano in modo univoco ogni persona. Esempi di ciò le caratteristiche dell'iride includono le cripte che sono le aree di forma ovale all'interno dell'iride; anelli pigmentati che circondano l'iride; contrazioni del solco, che sono bande radiali e concentriche attorno alla pupilla; e macchie pigmentate sull'iride, chiamate anche nevi. L'ereditarietà di vari tipi di modelli dell'iride varia tra il 70-95%, il che significa che la genetica contribuisce fortemente a questi tratti.

L'iride di una persona (la parte colorata dell'occhio) può dire molto su di lei. Come le impronte digitali, i modelli dell'iride sono altamente complessi e unici. Per questo motivo, il riconoscimento dell'iride viene utilizzato in alcuni paesi per i sistemi di identificazione nazionali e per automatizzare i valichi di frontiera.

L'occhio umano

Il cristallino è sostenuto da sottilissime fibre congiuntive che a loro volta sono unite al muscolo costrittore del corpo ciliare. Il cristallino si forma durante la terza o la quarta settimana di gestazione. Nei bambini, il cristallino è blando ed elastico ma si indurisce e aumenta di dimensioni con l'avanzare dell'età. In una persona di 70 anni è quasi tre volte più grande che in un bambino.

L'umor vitreo, che si trova dietro il cristallino, è una sostanza gelatinosa biancastra che riempie la cavità centrale dell'occhio. Questa massa è circondata dalla retina, lo strato nervoso che riveste la parte posteriore dell'occhio. La retina rileva la luce e crea impulsi elettrici che vengono inviati al cervello attraverso il nervo ottico.

La zona che circonda il nervo ottico è il disco ottico, un'area che non contiene cellule nervose sensoriali e costituisce il cosiddetto punto cieco. Sulla superficie della retina c'è una piccola area giallastra che giace leggermente lateralmente al centro della retina che costituisce la regione di massima acuità visiva —chiamata anche macchia gialla.

L'iride è la parte colorata dell'occhio e può essere blu, verde, marrone, ecc., definendo il colore degli occhi. La pupilla, nera, è al centro dell'iride e l'area bianca intorno all'iride è la sclera. L'iride si trova dietro la cornea, tra la camera anteriore e il cristallino, che ricopre in maniera maggiore o minore a seconda della sua dilatazione. Questa parte anatomica della camera anteriore dell'occhio è in costante movimento, permettendo alla pupilla di dilatarsi (midriasi) o contrarsi (miosi) a seconda dell'intensità della luce che riceve e regolando la quantità di luce che raggiunge la retina.

Ogni persona ha un colore di occhi diverso, con sfumature particolari e sfumature uniche. Il colore degli occhi è un tratto genetico determinato dalla distribuzione della melanina nell'iride da tre elementi: la melanina dell'epitelio dell'iride, la melanina della parte anteriore dell'iride e la densità dell'iride stroma. Qual è il colore dei tuoi occhi?

La funzione dell'iride

L'iride regola la luce che entra nell'occhio in modo molto simile al diaframma di una fotocamera. L'iride è composta da tessuto muscolare e cellule pigmentate. Se il muscolo sfintere dell'iride si contrae, la pupilla diventa più piccola e consente a meno luce di entrare nell'occhio. Se questi muscoli si rilassano o si espandono, più luce entra nella retina. Le cellule pigmentate determinano il colore degli occhi. Più pigmento nell'iride, più scuro sarà il colore degli occhi. Il colore dell'iride dipende dalla trasparenza dello stroma e dalla quantità di pigmentazione che ha. Quando c'è meno pigmentazione, il colore degli occhi sarà più chiaro, blu; quando c'è più pigmentazione, il colore degli occhi sarà più scuro e verdastro o avrà sfumature marroni. Questa pigmentazione si forma durante i primi mesi di vita di un bambino, il che spiega perché tutti i neonati hanno gli occhi blu grigiastri e il colore degli occhi definito non si verifica fino al secondo o terzo mese.

Occhi neri

I colori neri dell'iride non esistono in quanto tali poiché c'è sempre una leggera differenza tra l'iride e la pupilla. Tuttavia, l'aniridia è un disturbo dell'occhio che fa sembrare che l'iride scompaia, che ci sia solo la pupilla, dando l'aspetto di un occhio completamente nero. Le persone con questo disturbo hanno una vista ridotta e una maggiore sensibilità alla luce (fotofobia). Possono anche sviluppare problemi agli occhi come glaucoma, cataratta, degenerazione maculare, ecc.

Occhi marroni

Circa il 60% delle persone nel mondo ha gli occhi marroni (più chiari o più scuri, sono tutti raggruppati nella stessa categoria). Questo colore è dovuto alle grandi quantità di melanina nella parte anteriore dell'iride. La maggior parte degli asiatici e degli africani ha questo colore degli occhi e secondo alcuni studi, poiché è un gene dominante, si estenderà ancora di più tra la popolazione mondiale.

Occhi dorati brunastri

Questi possono variare dal giallastro all'oroit colore rossastro o ramato, o anche verdastro. Il pigmento lipocromo o giallastro è ciò che fa esistere questo colore. Si trova anche negli occhi verdi. Sebbene non sia molto comune, non esiste una spiegazione genetica per questo colore.

Occhi color ambra

Gli occhi color ambra sono di colore oro giallastro e derivano da una predominanza di lipocromo nell'iride. Come gli occhi dorati brunastri, non esiste una spiegazione genetica per questo colore. La differenza tra i due è che mentre un colore ambrato è uniforme in tutta l'iride, il tono dorato brunastro mostra piccoli anelli di colore chiaro intorno alla pupilla. Sebbene non sia molto comune (solo il 2% delle persone nel mondo ha gli occhi di questo colore), si può trovare nei paesi europei.

Occhi nocciola

Gli occhi color nocciola si collocano tra il marrone e il verde e possono contenere macchie di ambra, oro o verde. Sono più comuni dell'ambra e di solito tendono a comprendere molti altri colori, tra cui verde, marrone e arancione. Inoltre, gli occhi color nocciola possono sembrare che cambino colore e siano costituiti da macchie e increspature, il che lo rende un colore molto originale e variabile.

Occhi verdi

Gli occhi verdi, nonostante la loro fama, si trovano solo nel 4% circa della popolazione. Questo colore è dovuto alle moderate quantità di melanina nell'iride ed è un colore intermedio tra il marrone e il blu. Anche se il colore degli occhi è determinato dalla genetica, è possibile che una persona abbia gli occhi chiari (blu o verdi) anche se i genitori hanno gli occhi marroni. È raro ma non è un colore raro.

Sebbene sia risaputo che non esistono due iridi uguali, si sa molto poco della genetica sottostante a queste differenze. I ricercatori stanno studiando questo argomento per saperne di più sui disturbi legati all'iride e per fornire approfondimenti sul cervello poiché lo sviluppo dell'iride e il cervello sembrano essere collegati. È noto che a livello genetico, ad esempio, una mutazione legata a una perdita dell'iride è associata anche a difetti del lobo frontale del cervello. Inoltre, alcune caratteristiche dell'iride sono correlate a malattie neurologiche come la sindrome di Down.

Gene o regione studiata

  • 14q32.12
Il test del DNA che stavi cercando