Cosa dice di te il tuo DNA

con solo un campione di saliva e da casa

Acquista

Olfatto

Il nostro senso dell'olfatto—come il senso del gusto—fa parte del sistema chemiosensoriale, o dei sensi chimici.

La nostra capacità di sentire gli odori deriva da cellule sensoriali specializzate, chiamate neuroni sensoriali olfattivi, che si trovano in un piccolo pezzo di tessuto all'interno del naso. Queste cellule si collegano direttamente al cervello. Ogni neurone olfattivo ha un recettore di odore. Le molecole microscopiche rilasciate dalle sostanze che ci circondano—che si tratti di caffè in infusione o di pini in una foresta—stimolano questi recettori. Una volta che i neuroni rilevano le molecole, inviano messaggi al cervello, che identifica l'odore. Ci sono più odori nell'ambiente che recettori, e ogni data molecola può stimolare una combinazione di recettori, creando una rappresentazione unica nel cervello. Queste rappresentazioni sono registrate dal cervello come un odore particolare.

Gli odori raggiungono i neuroni sensoriali olfattivi attraverso due vie. Il primo percorso è attraverso le narici. Il secondo percorso è attraverso un canale che collega il tetto della gola al naso. La masticazione del cibo rilascia aromi che accedono ai neuroni sensoriali olfattivi attraverso il secondo canale. Se il canale è bloccato, come quando il naso è tappato da un raffreddore o un'influenza, gli odori non possono raggiungere le cellule sensoriali che sono stimolate dagli odori. Di conseguenza, si perde gran parte della capacità di godere del sapore di un cibo. In questo modo, i sensi dell'olfatto e del gusto lavorano strettamente insieme.

Senza i neuroni sensoriali olfattivi, i sapori familiari come il cioccolato o le arance sarebbero difficili da distinguere. Senza l'olfatto, i cibi tendono ad avere un sapore insipido e poco o niente. Alcune persone che vanno dal medico perché pensano di aver perso il senso del gusto sono sorprese di apprendere che invece hanno perso l'olfatto.

Il senso dell'olfatto è anche influenzato da qualcosa chiamato senso chimico comune. Questo senso coinvolge migliaia di terminazioni nervose, specialmente sulle superfici umide di occhi, naso, bocca e gola. Queste terminazioni nervose aiutano a percepire le sostanze irritanti, come il potere di indurre le lacrime di una cipolla o la freschezza rinfrescante del mentolo.

Si ritiene che l'essere umano sia in grado di distinguere fino a 10.000 odori diversi, ma la maggior parte di noi ne percepisce solo una frazione nel corso della vita. L'apprezzamento di un aroma è molto soggettivo e può essere influenzato da particolari aspetti culturali o emotivi. Ecco perché la descrizione di un odore può variare da una persona all'altra.

Gene o regione studiata

  • OR5A1
Il test del DNA che stavi cercando