Paclitaxel (Dosaggio)

Il paclitaxel è un farmaco antineoplastico utilizzato per il trattamento di diversi tipi di tumore, tra cui quello ovarico, esofageo, mammario, polmonare e pancreatico. L'identificazione di biomarcatori genetici in grado di prevedere l'efficacia e l'eventuale neurotossicità indotta dal farmaco può essere di grande aiuto per una migliore gestione della terapia.

Paclitaxel è un farmaco antineoplastico ampiamente utilizzato nei trattamenti chemioterapici di prima linea nei tumori della mammella, dell'ovaio, del polmone e della prostata, tra gli altri tumori solidi.

MECCANISMO DI AZIONE

Paclitaxel è un farmaco antineoplastico a base di taxoide che stimola l'assemblaggio dei microtubuli dai dimeri della tubulina e stabilizza i microtubuli prevenendo la depolimerizzazione.

Inibisce la formazione del fuso mitotico nella divisione cellulare, bloccando il processo di mitosi.

CONTROINDICAZIONI

Paclitaxel è controindicato nei pazienti con ipersensibilità ai taxoidi, nelle donne che allattano, quando la conta dei neutrofili al basale è inferiore a 1.500 / mm3 (<1.000 / mm3 per i pazienti con il sarcoma di Kaposi); in pazienti con sarcoma di Kaposi e in pazienti che soffrono di infezioni concomitanti, gravi e non controllate.

PRECAUZIONI

L'uso di paclitaxel richiede uno stretto controllo ematologico, epatico e cardiaco. Il suo uso non è raccomandato in pazienti di età inferiore a 18 anni e in pazienti di età superiore a 75 anni che hanno ricevuto paclitaxel in combinazione con gemcitabina a causa di un aumentato rischio di reazioni avverse.

Devono essere utilizzati metodi contraccettivi durante e dopo il trattamento.

Non somministrare contemporaneamente erlotinib con paclitaxel e gemcitabina.

Paclitaxel deve essere interrotto in caso di sviluppo di reazioni di ipersensibilità e / o neuropatia sensoriale.

Usare cautela nell'uso del paclitaxel in caso di insufficienza epatica, mielosoppressione e neuropatia periferica.

In combinazione con la radioterapia nel carcinoma polmonare, il paclitaxel può contribuire allo sviluppo della polmonite interstiziale.

Se nei pazienti con sarcoma di Kaposi compare mucosite, la dose di paclitaxel deve essere ridotta del 25%. Evita la somministrazione e lo stravaso IA (intra-articolare).

Nei pazienti trattati in monoterapia o in associazione con gemcitabina, esiste il rischio di polmonite e sepsi (il paziente deve essere monitorato).

Nel carcinoma mammario metastatico e nel carcinoma polmonare non a piccole cellule con insufficienza epatica da moderata a grave si raccomanda di ridurre la dose del 20%.

EFFETTI COLLATERALI

Il trattamento con paclitaxel può sviluppare uno stato di immunosoppressione che può causare diversi tipi di infezione (infezione delle vie urinarie, follicolite, infezione delle vie respiratorie superiori, candidosi, sinusite). Il trattamento con paclitaxel può anche causare neutropenia, anemia, leucopenia, trombocitopenia, linfopenia, mielosoppressione.

Il trattamento con paclitaxel può causare una diminuzione dell'ematocrito, una diminuzione del numero di globuli rossi e altre malattie del sangue come la coagulazione intravascolare disseminata. < / p>

Altri effetti collaterali sono: anoressia, disidratazione, diminuzione dell'appetito, alterazioni degli idroelettroliti (ipopotassiemia), insonnia, depressione, ansia, vertigini.

Il trattamento con paclitaxel può causare neuropatia periferica, ipoestesia, parestesia, neuropatia sensoriale periferica, cefalea, disgeusia, vertigini, neuropatia motoria periferica, atassia, disturbi sensoriali, sonnolenza. < / span>

Altri effetti collaterali sono: aumento della lacrimazione, visione offuscata, secchezza oculare, cheratocongiuntivite secca, madarosi.

Altri segni e sintomi del trattamento con paclitaxel possono essere linfedema, dispnea, epistassi, dolore faringolaringeo, tosse, rinite, rinorrea, nausea, diarrea, vomito, costipazione, stomatite , dolore addominale, distensione addominale, dolore addominale superiore, dispepsia, reflusso gastroesofageo, ipoestesia orale, alopecia, eruzione cutanea, disturbi delle unghie, prurito, pelle secca, eritema, pigmentazione / scolorimento delle unghie, iperpigmentazione della pelle, onicolisi, alterazioni del chiodi.

Altri effetti collaterali sono: artralgia, mialgia, dolore alle estremità, dolore alle ossa, dolore alla schiena, crampi muscolari, dolore agli arti; affaticamento, astenia, piressia, edema periferico, infiammazione della mucosa, dolore, rigore, edema, debolezza, diminuzione dello stato funzionale, dolore toracico, malattia simil-influenzale, malessere, letargia, iperpiressia, perdita di peso.

Il trattamento con paclitaxel può produrre un aumento degli enzimi epatici e pancreatici (ALT, AST, GGT, fosfatasi alcalina) nel sangue. Inoltre paclitaxel aumenta la temperatura corporea.

INTERAZIONI FARMACOLOGICHE:

L'uso delle seguenti sostanze in concomitanza con paclitaxel può aumentare la sua tossicità e pertanto si consiglia cautela: noti inibitori del citocromo CYP2C8 o CYP3A4 (ad esempio: ketoconazolo e imidazolo antifungini , eritromicina, fluoxetina, gemfibrozil, clopidogrel, cimetidina, ritonavir, saquinavir, indinavir e nelfinavir).

L'efficacia di paclitaxel può essere ridotta dal suo uso concomitante con: noti induttori del citocromo CYP2C8 o citocromo CYP3A4 (ad es. rifampicina, carbamazepina, fenitoina, efavirenz, nevirapina).

NOME DEL MARCHIO

  • Taxol ®

Geni analizzati

CYP2C8 CYP3A4

Bibliografia

Hertz DL, Roy S, Motsinger-Reif AA, Drobish A, Clark LS, McLeod HL, et al. CYP2C8*3 increases risk of neuropathy in breast cancer patients treated with paclitaxel. Ann Oncol Off J Eur Soc Med Oncol; 2013, 24(6):1472–8.

Hertz DL. Germline pharmacogenetics of paclitaxel for cancer treatment. Pharmacogenomics, 2013; 14(9):1065–84.

de Graan A-JM, Elens L, Sprowl JA, Sparreboom A, Friberg LE, van der Holt B, et al. CYP3A4*22 genotype and systemic exposure affect paclitaxel-induced neurotoxicity. Clin Cancer Res, 2013; 19(12):3316–24.

Leskelä S, Jara C, Leandro-García LJ, Martínez A, García-Donas J, Hernando S, et al. Polymorphisms in cytochromes P450 2C8 and 3A5 are associated with paclitaxel neurotoxicity. Pharmacogenomics J, 2011; 11(2):121–9.

Bergmann TK, Brasch-Andersen C, Gréen H, Mirza MR, Skougaard K, Wihl J, et al. Impact of ABCB1 variants on neutrophil depression: a pharmacogenomic study of paclitaxel in 92 women with ovarian cancer. Basic Clin Pharmacol Toxicol, 2012; 110(2):199–204.

Non avete ancora fatto un test del DNA?

Fate il vostro test genetico e scoprite tutto di te.

starter
Test DNA Starter

Antenati, Tratti e Wellness

Acquista
starter
Test DNA Advanced

Salute, Antenati, Tratti e Wellness

Acquista
Il test del DNA che stavi cercando
Acquista